lunedì, agosto 03, 2009

Come rimasi fuori di casa per poi rinentrarvi in maniera fortunosa

Lunedì mattina. Tutto sembra andare alla grande, caldo tollerabile, sole, colazione abbondante, pronto per tempo. Insomma i prodromi di un buon giorno che comincia. Sotto, in strada, il supermarket sta caricando il magazzino, operazione condotta vicino alla mia macchina. Temendo in un graffio da svista, scendo e sposto la macchina in posto più comodo per me e per gli scaricatori. In una giornata così non puoi perdere l'occasione di fare una buona azione, specie quando eviti anche problemi alla tua "Nera".
Torno su, recupero le chiavi del motorino, lo zaino del PC, cellulare, Ipod, casco, chiavi di casa sono in tasca, via... esco e tiro dietro di me la porta.
Mano in tasca per estrarre le chiavi e dare le mandate e... Hurrà! In tasca ho le chiavi della macchina!
PANICO VERO.
Fuori di casa, senza moglie (in montagna) e suocera (in montagna con figlia) ho esaurito i mazzi di chiavi extra, non so come rientrare. Cominciano a prospettarsi ipotesi varie:
IPOTESI 1: salto da terrazzo vicino. Occorrente: il vicino a casa (non attuabile, in quanto assente) e una buona dose di incoscienza (mi ricordo che il mio quantitativo vitalizio l'ho consumato svariati anni fa a Lecce per passare da un Quarto piano a un terzo saltando dentro una finestra): SCARTATA.
IPOTESI 2: Panico (non contemplabile, non risolve il problema)
IPOTESI 3: ricerca di fabbro. --> Ho motorino a disposizione. SI COMINCIA

Chiamo in ufficio. La mattina non ci sono. Chiamo Marina, sono fuori di casa, conosci fabbri in zona? Fernando? Adoro Fernando, mi sta simpatico, prendo il motorino e schizzo via.
Fernando c'è, prende a cuore il problema, solo che non è lui fisicamente che fa questi lavori, ma altri che non rispondono al cellulare. Così dopo svariati minuti in cui il panico si riaffacciava come opzione, mi guarda sornione e mi fa: "Sei uno pratico? Smaneggione?"... "Oddio... - faccio io - diciamo di si, ecco, con qualche sbavatura forse, ma si, pratico lo sono" "Allora ascolta me e ti risparmi forse la chiamata del fabbro"...
Così mi spiega come aprire una porta blindata a cui non sia stata data la mandata della chiave usando una mera lastra da radiologia.
Sono rientrato a casa in 7 minuti.
MORALE 1: Sono uno smaneggione.
MORALE 2: chiudete sempre con una mandata la porta, anche se in casa. altrimenti vi entrano dentro quando meno ve l'aspettate.

3 commenti:

Odino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Odino ha detto...

Quarta ipotesi i pompieri,
che avrebbero risolto con la lastra radiografica :D. Esperienza già fatta a Pisa, solo che in quel frangente non avevo nessuna lastra fra le mani.
Il bello è che i pompieri non vollero neppure essere pagati per la chiamata.

Lthandius ha detto...

ecco, ai pompieri non ci ero ancora arrivato... ma se fosse stato ancora ipotesi 2 probabilmente ci sarei andato anche io...